La diva Maria Jacobini (1892-1944), protagonista del film “Addio giovinezza!” del 1918 (Collezioni Museo Nazionale del Cinema – Torino).


PRESENTAZIONE


Giovinezza del '900,
giovinezza senza tempo

di Patrizia Deabate www.patriziadeabate.com

Questo Portale è dedicato ai giovani poeti torinesi Nino Oxilia (1889-1917) e Sandro Camasio (1886-1913) e alla loro commedia Addio giovinezza! del 1911. É dedicato altresì alla Torino belle époque, capitale mondiale del cinema, e, più in generale, alla cultura del Primo Novecento. Addio giovinezza! segnò la propria epoca, tanto che Eduardo De Filippo nel suo ultimo lavoro teatrale Gli esami non finiscono mai (1976) nel rievocare gli anni Venti, non mancò di sottolineare: “Erano i tempi di Addio giovinezza!”. La piéce conobbe molteplici trasformazioni: fu operetta (1914) grazie al M° Giuseppe Pietri; film con Lydia Quaranta per la regia di S. Camasio (1913); film con Maria Jacobini per la regia di A. Genina (1918); film con Carmen Boni (1927); ancora film con Maria Denis (la diva che salvò Luchino Visconti dalla Gestapo) nel 1941 per la regia di F. M. Poggioli.

L'operetta segnò la nascita del genere in Italia e fu elogiata da Giacomo Puccini. Il film del 1913, che fu distribuito nelle sale pochi giorni dopo l'improvvisa scomparsa del ventiseienne Sandro Camasio, è considerato perduto. Come era pure la pellicola del 1918 con Maria Jacobini, le cui riprese iniziarono a Torino sull'onda della commozione per la scomparsa del ventottenne Nino Oxilia in guerra. La diva Jacobini era stata la sua fidanzata. In anni recenti, questa pellicola è stata ritrovata in Giappone, riportata in Italia, restaurata dalla Cineteca di Bologna con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e la collaborazione del National Film Center di Tokyo, e presentata al Festival del Cinema Ritrovato di Bologna nel 2016. Nel 2019 per iniziativa dell'Associazione di Cultura Nicese “L'Erca”, è stata pubblicata Addio giovinezza! in versione graphic novel, realizzata dagli studenti di Nizza Monferrato. Nel 2020 il Centro Studi Piemontesi ha dato alle stampe il saggio Il misterioso caso del “Benjamin Button” da Torino a Hollywood. Nino Oxilia, il fratello segreto di Francis Scott Fitzgerald, vincitore dell'Acqui Inedito del Premio Acqui Storia. Sempre nel 2020, il film del 1918 e quello del 1927 sono stati pubblicati dalla Cineteca di Bologna nel DVD Augusto Genina. Il prezzo della bellezza. Quattro film (1918-1930).

-Patrizia Deabate - info@giovinezza900.it - www.giovinezza900.it - progetto web: Stefania Di Palma & Serena Bosca ®2010-