"Addio giovinezza!" su youtube:

Articolo di Paolo Benevelli sul sito del Trio Lescano, con riferimenti a www.giovinezza900.it


Amici del Centro Universitas Scholarium



Ultimi eventi ...

Presentazione di "Studi Piemontesi XL" (Torino, 28.11.2011)

Alba Scrittrice e la mostra "Le piemontesine belle nel 100° di Addio, giovinezza!" (Alba, 19-26 nov. 2011)

"Piemonte operoso in vetrina. 150 anni di una famiglia tra i vigneti" (La Morra, 16 aprile-13 nov. 2011)

"Addio giovinezza!" (Torino 1° lug 2010 & Nizza 9 agosto 2010)

A Nizza...




Presentazione di "Studi Piemontesi XL" (Torino, 28.11.2011)

Nell'ambito del "Corso Risorgimento", lunedì 28 novembre presso la sede del Centro Studi Piemontesi a Torino sono stati presentati i due volumi di "Studi Piemontesi" pubblicati nell'anno del 150° dell'Unità d'Italia.
Del secondo volume fa parte il mio saggio "Addio giovinezza! in Torino belle époque" sul centenario della commedia di Camasio e Oxilia, che debuttò al Teatro Manzoni di Milano il 27 marzo 1911.
E' stato per me un grande onore che la direttice del Centro Studi, signora Albina Malerba, mi abbia presentata al pubblico come la nuova giovane collaboratrice di Studi Piemontesi!


Corso Risorgimento


Invito


Il saggio



"Alba Scrittrice" e la mostra per il centenario di "Addio giovinezza!" (Alba, 19-26 nov. 2011)

Tutto è iniziato quattro anni fa, quando scoprii che una delle prime riviste femminili italiane era nata ad Alba nel 1877.
Nell'anno del 150°, grazie a Chiara Susenna che ha studiato i numeri de "La missione della Donna" e all'Associazione Porto d'Arti (di cui sono divenuta vicepresidente) questa scoperta si è trasformata in un concorso per le scuole superiori albesi, i cui studenti hanno realizzato meravigliose opere di tutte le arti ispirate a passi tratti dalla rivista.
La mostra, realizzata in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, è stata l'occasione per ricordare le "sartine", la cui festa, grande evento goliardico all'inizio del '900, cade proprio il 25 novembre, giorno di Santa Caterina patrona (e patrona degli studenti).
Così ho realizzato il sogno di dar vita ad una piccola mostra sul 100°: all'interno di "Alba Scrittrice" sono stati esposti i cimeli della mia collezione, i cui pezzi unici mi sono stati donati da Piero Cazzola, il cui padre era amico per la pelle di Oxilia e Camasio.
Doverosi ringraziamenti al Comune di Alba e alla Consulta per le Pari Opportunità, nonchè all'Ufficio della Pace.


Locandina


Le piemontesine belle
nel centenario di
"Addio giovinezza!"


Rassegna stampa



"Piemonte operoso in vetrina" (La Morra, 16 aprile-13 nov. 2011)

Nell'ambito di Esperienza Italia 150° ho avuto l'onore di collaborare con la signora Claudia Ferraresi, presidente dell'Associazione Ca dj Amis di La Morra, fervida artista, Donna del Vino, patron del concorso letterario "Libri da gustare".
La mostra da lei ideata "Piemonte operoso in vetrina" ha riportato alla luce i fasti dell' Esposizione Internazionale di Torino del 1911, celebrativa del 50° dell'Unità d'Italia.
Quel favoloso evento, che avevo già ampiamente rievocato nel mio romanzo "Giovinezza" è stato riportato in vita per la mostra anche attraverso la mia collezione della rivista "Esposizione 1911" contenente stupende fotografie e acquerelli: grazie alle più moderne tecnologie e all'abilità della mia amica Chiara Susenna, quelle fotografie sono state unite a musiche, risate, brusii estasiati dei visitatori, zampillare di fontane, versi di Guido Gozzano e Nino Oxilia, fino a diventare "vive". Ci siamo divertite molto a realizzare la multivisione "Amiche nel Paese delle Meraviglie - Torino 1911".
E i visitatori si sono divertiti a guardarla!


Piemonte operoso
in vetrina


Immagini


Rassegna stampa



"Addio giovinezza!" (Torino 1° lug 2010 & Nizza 9 agosto 2010)

Nel 2010 ho collaborato all'allestimento dello spettacolo multimediale "Addio giovinezza!" per la regia di Enrico Giacovelli, andato in scena a Torino (Teatro San Giuseppe) per il Meeting Europeo degli Studenti Universitari.
Inoltre il regista mi ha voluto sul palcoscenico: è' stata un'emozione fantastica recitare nel ruolo della fioriaia, con indosso l'abito da me dipinto che riproduce la copertina del romanzo "Giovinezza". Ero accanto a giovani professionisti di primo piano, come Elena Aimone e Diego Iannaccone, oltre alla meravigliosa soubrette Elena D'Angelo, primadonna della storica Compagnia Italiane di Operette.
E c'è stata anche la partecipazione straordinaria della "vera" Goliardia dell'Università di Torino, con tutti i suoi paramenti ufficiali!


Locandina


Guarda il book


Stampa



A Nizza...

Un mese dopo lo spettacolo di Torino, grazie alla collaborazione con il Comune di Nizza Monferrato, la Pro Loco e la compagnia teatrale Spasso Carrabile, sono riuscita a riportare la commedia nei luoghi in cui era stata scritta esattamente cento anni prima, nell'estate del 1910, nel corso di una romantica villeggiatura.
Grazie ad Elena Romano che ha ideato una rivisitazione originalissima della commedia, inserendo anche Camasio e Oxilia come personaggi!


Locandina


Foto di "scena"


L'Ancora
05.09.2010



Ho scritto un romanzo intitolato "Giovinezza", ambientato a Torino, nelle Langhe e nel Monferrato tra il 1907 e il 1912. Quando mi sono imbarcata in quest' avventura, non avevo la minima idea di cosa sarebbe successo! Volevo scrivere un romanzo ambientato all'inizio del Novecento, senza un motivo preciso. Forse perché mi pareva un periodo un po' in ombra, seminesplorato. O forse mi era rimasto un imprinting dalla maturità, quando noi dell'80 fummo chiamati, nell'anno che chiudeva il secolo, nel 1999, a riflettere sulle radici culturali della prima guerra mondiale. Chissà? Certo è che accompagnando la protagonista Violante a Torino, dove va a studiare nel 1907 all'età di 13 anni per rimanervi fino al diploma, ho "incontrato" fatti e persone interessantissimi: da Filippo Tommaso Marinetti a Guido Gozzano, dalle prime emancipazioniste a Camasio e Oxilia, autori della commedia goliardica "Addio giovinezza!" e mi sono emozionata alla favolosa Esposizione Internazionale con cui Torino celebrò il 50° dell'Unità d'Italia. Ma non ho soltanto fatto letteratura: nel 2007 sono volata a Roma ad intervistare Luce Marinetti e poi ho scovato altri illustri figli di coloro c'erano all'inizio del '900; ho conosciuto importanti scrittori (attuali), ho dato vita ad eventi, sono salita sul palcoscenico interpretando "Addio giovinezza!" per "Torino 2010. Capitale Europea dei giovani"; nel 2011 sono divenuta depositaria dei cimeli di Nino Oxilia e ho avuto l'onore di celebrare il 100° della commedia con un uno scritto pubblicato su "Studi piemontesi" , la rivista storica elogiata da Norberto Bobbio…
"Giovinezza" mi ha preso la mano e mi ha portata dove non avrei mai pensato, un po' come l'omonima canzone nata nella goliardia torinese del 1909 e destinata, nel bene e nel male, a segnare il Novecento. Infatti in quella famosa maturità del 1999 c'è chi svolse il mio stesso tema raccontando la storia dell'Inno dei Laureandi e delle sue fatali trasformazioni.
Quel ragazzo era Andrea Oxilia, pronipote del poeta studente Nino Oxilia che esattamente 90 anni prima aveva composto a Torino "Il Commiato" ovvero "Giovinezza" .
La belle époque fu un periodo effimero e vaporoso come le piume delle signore sui loro abiti da sera…effimero come…una notte sul Titanic.
Ma vale la pena riviverlo…e in questo sito c'è una spruzzatina di tutti gli ingredienti…in attesa che il romanzo sia pubblicato! Allora auguro a tutti buona navigazione!!

Patrizia Deabate

-Patrizia Deabate - info@giovinezza900.it - www.giovinezza900.it - progetto web: Stefania Di Palma & Serena Bosca ®2010-